Il percorso perfettamente asfaltato e in parte illuminato è agibile ai pedoni e alle biciclette, sfrutta la massicciata dell'ex ferrovia del Trenino a scartamento ridotto delle Dolomiti.
Si parte dall'ex casello di Borca a quota 960 m, procedendo verso Sud in leggera discesa mantenendo il Pelmo sulla destra si possono ancora incontrare, strada facendo, antiche case d'epoca; pochi minuti e sulla destra si scorge il campanile di Cancia della chiesa di S.Rocco. Proseguendo, sulla sinistra ai piedi dell'Antelao si intravede nascosto tra gli alberi l'ex villaggio sociale per i dipendenti del gruppo ENI, ora attuale Centro Vacanze le villette di Corte delle Dolomiti (120 ettari), progettato dall'arc. Edoardo Gellner, altri 15 minuti è si arriva all'abitato di Vodo di Cadore, siamo a quota 910 m.

Indice Escursioni