Pettirosso

"Erithacus rubecola"

Indietro

Il Pettirosso, nome dovuto al colore del suo petto è un volatile molto diffuso, il canto è semplice e particolarmente melodioso all’epoca degli amori. E' animale solitario molto litigioso e prepotente. Leggenda vuole che il colore del suo petto sia dovuto a una goccia del sangue di Cristo, cui il Pettirosso avrebbe cercato di alleviare le sofferenze sforzandosi di strappare le spine della corona. Il pettirosso mediamente possiede un'apertura alare di 14-16 cm. Non c'è differenza fra soggetti di sesso diverso. Il pettirosso si ciba soprattutto di insetti, bacche, lamponi, mirtilli, more, fragole e ribes. La femmina depone 5-6 uova bianche macchiate di bruno pallido. La cova dura 12-15 giorni; i piccoli abbandonano il nido dopo 14-20 giorni.