Fonte Titolo Notizia
Indice News
Coriere del Veneto I mondiali di sci 2021 a Cortina
Il capoluogo ampezzano si era già proposto per il 2013, 2015, 2017 e 2019, ma non l’aveva mai spuntata. CORTINA D’AMPEZZO (BELLUNO) Cortina ospiterà i mondiali di sci del 2021. Lo ha stabilito la Federazione internazionale Sci (Fis) accettando Cortina come unica candidatura. Il capoluogo ampezzano ha centrato l’obiettivo al quinto tentativo dopo il fallimento delle candidature 2013, 2015, 2017 e 2019. Raccogliamo finalmente i frutti di un lungo e serio lavoro. Un risultato storico. È il primo commento del sindaco di Cortina Andrea Franceschi. Accettando la nostra candidatura come unica la Fis ha confermato la bontà del nostro progetto - prosegue Franceschi - eravamo stati ingiustamente penalizzati del dall’esclusione per l’iride del 2019, ora siamo pronti. Cortina avrà un anno in più, rispetto al tempo necessario qualora ci fossero stati altri pretendenti alla manifestazione, per organizzare l’evento. Possiamo lavorare da subito - ha spiegato Franceschi - vogliamo essere l’immagine di un’Italia che anche se cade sa rialzarsi e e ripartire con orgoglio e fiducia. Un traguardo fondamentale non solo per il nostro territorio ma anche per tutto il Veneto. Sono davvero contento che finalmente Cortina possa ottenere i Mondiali di sci alpino. dice Kristian Ghedina, cortinese doc ed ex asso della libera, è il primo a compiacersi per l’opportunità che ha il suo paese di rientrare fra le località più prestigiose del circuito internazionale dello sci. «I Campionati del mondo sono la manifestazione più seguita, per gli sport invernali, dopo le Olimpiadi: per Cortina possono rappresentare una importante occasione di rilancio - sottolinea -. Giro il mondo, ormai da molti anni, e raccolgo spesso critiche; ci viene rimproverato di esserci fermati, di essere rimasti indietro, quanto a impianti, alberghi, infrastrutture, rispetto ad altre località europee e americane. Per me è brutto sentire questi appunti - rileva Ghedina - . Ora spero che i Mondiali possano essere un incentivo per tutti: amministrazione locale, istituzioni, imprenditoria privata, associazioni perché tutti possono dare il loro apporto. «Per quanto mi riguarda mi piacerebbe - conclude Ghedina - portare il contributo della mia esperienza ormai quasi trentennale, prima di atleta, ora di tecnico: sarei contento di dare una mano al mio paese. La vera sfida inizia adesso - dice Marco Giambuzzi, presidente Turismo di Confindustria Belluno Dolomiti - . E sarà una sfida che dovrà impegnare tutto il territorio bellunese e veneto, con l’obiettivo di sfruttare al meglio questa grande e irripetibile opportunità. C’è ovviamente grande soddisfazione - prosegue - che ripaga Cortina per le delusioni e i torti subiti in passato. Superate le ostilità interne e ottenuta l’assegnazione della manifestazione iridata, che avrà il valore aggiunto di svolgersi l’anno prima dei Giochi Olimpici, serve dunque uno sforzo condiviso per presentarsi al meglio all’appuntamento del 2021. Sappiamo di dover fare “sistema” e un evento internazionale legato allo sci è l’occasione giusta per muoverci in modo compatto e deciso