Fonte Titolo Notizia
Indice News
Vvox Pm accusa: Cortina, principato di Franceschi
Parole di fuoco durante il processo che vede imputati il sindaco di Cortina Andrea Franceschi, il suo vice Enrico Pompanin e l’assessore ai Lavori Pubblici Stefano Verocai, oltre all’imprenditore Teodoro Sartori, con l’accusa di turbativa d’asta, tentata violenza privata e abuso d’ufficio. Ieri hanno testimoniato davanti al giudice le dirigenti comunali Alessandra Cappellaro e Paola Francesca che hanno raccontato di un sistema intimidatorio durante l’amministrazione Franceschi, nel quale, a quanto riporta il Corriere del Veneto, «si gonfiava il bilancio con voci inesistenti e si davano incarichi ad esterni con facilità». Cappellaro, a quanto si apprende dalle pagine del Corriere delle Alpi, sarebbe anche stata trasferita, con l’arrivo del sindaco, da un incarico di dirigente nel settore economico e finanziario ad uno da funzionario dell’ufficio anagrafe, «sottoposta a un responsabile con una qualifica giuridicamente inferiore alla mia». Secondo la testimonianza, sarebbero cinque i dirigenti che Franceschi cercò di allontanare perché in contrasto con la sua gestione. Duri attacchi contro il sindaco sono arrivati anche dal pubblico ministero che ha definito la gestione della «cosa pubblica da parte di Franceschi come se si fosse in presenza di un principato».